X

Grazie! Il tuo messaggio è stato ricevuto!

Oops! Qualcosa è andato storto nel compilare la scheda.

fontana

carosa

outdoor e trekking

Lungo il Dragone

Al confine est di Scala, lasciando alle spalle le ultime case della contrada di Santa Caterina, si raggiungono i castagneti. E' un'area ricca di vegetazione con alberi di frutti selvatici come le pere renelle, dolci e dall'aroma intenso. Costeggiando il fiume Dragone, limite naturale tra Scala e Ravello, si scopre uno degli aspetti meno noti del paesaggio costiero, fuori dai circuiti del turismo di massa.

IX-X sec.

ORA ET LABORA

L'arrivo in Costiera dei monasteri greco ortodossi e poi dei Benedettini consolidò lo stato amalfitano. L’aumento della popolazione creò un forte interesse per i terreni incolti. Con la faticosa opera di terrazzamento dei pendii si moltiplicarono vigneti, oliveti, agrumeti ed orti. I tanti boschi misti si trasformarono in castagneti ed ancora oggi pergole, limonaie e steccati sono realizzati con questo legno pregiato.

1928 d.C.

I SENTIERI DI LADY CHATTERLEY

Questi sono i sentieri dove David Herbert Lawrence, durante il suo soggiorno in Costiera Amalfitana, amava passeggiare e dove immaginò si svolgessero gli incontri di Lady Chatterley con il suo amante.

il marrone di scala

Buccia sottile, polpa bianca e schiacciata da un lato, il marrone è una varietà di castagna tipica solo di questa zona. Il raccolto ad ottobre è una tradizione molto sentita che coinvolge tutti e culmina nella Festa della Castagna, uno degli eventi popolari più attesi della Costiera Amalfitana. 

A PATTI CON LA NATURA

Terrazzamenti con argini di legno intrecciato: il contenimento del terreno è ancora oggi realizzato con tecniche antiche. Una testimonianza di armonia con la natura di stringente attualità.